Motivazione progetto 2017 ” In-Form-Azione ” ( ovvero l’ arte di vivere )

Scritto da

AUSER VILLA LABUS BOTTICINO MATTINA

 

BILANCI E PREVISIONI

Abbiamo concluso il 2016 all’insegna di una “Affollata solitudine” che ci ha dato tanta soddisfazione e positivo riscontro di condivisione. Il tema affrontato lo scorso anno ci dà l’opportunità di considerare come inevitabile il passaggio che porta da una solitudine consapevole alla necessità di “inclusione” e di potenziamento delle energie di cui ognuno di noi deve diventare positivo e libero portatore. Alla luce di illuminati pensieri di poeti, scrittori, artisti, abbiamo potuto sollecitare capacità creative e organizzative all’interno dei laboratori che restano e resteranno i motori propulsori del nostro agire sul territorio. Il 2017 sarà contrassegnato dal concetto di In – Form –Azione  ovvero “L’ARTE DI VIVERE”, là dove “In” racconta di incontro, inclusione; “Form” vuole rendere l’idea di una formazione/apprendimento permanenti; “Azione” indica la necessità dell’agire consapevole, solidale e soprattutto libero. Non a caso operiamo come Università della Libera Età!

Ma in che cosa consiste la libertà?

Vogliamo tentare di rispondere all’interrogativo partendo dal presupposto che l’autoverifica delle varie istanze di libertà, si delinea certamente nella consapevolezza esplorativa dell’”ambiente” in cui ci muoviamo e con il quale abbiamo la necessità di entrare in sintonia. Ognuno di noi, attraverso le esperienze di vita, giunge all’ autocostruzione di un’idea di libertà: un povero può sentirsi libero e felice nella semplicità della sua casetta, come un ricco può sentirsi prigioniero ed infelice nel suo castello; basta talvolta un cambiamento di prospettiva, l’inserimento di una novità o la sottrazione di un corpo estraneo per cambiare la percezione di chi si sente privo di libertà. E’ indispensabile, però, fare un passo indietro, addentrarsi maggiormente nella conoscenza di sé per rendersi conto immediatamente che non ci potrà essere alcuna libertà, senza consapevolezza delle scelte, senza desiderio di sperimentazione, senza reazione attiva agli stimoli del mondo circostante, ma soprattutto senzaconoscenza. In altri termini si tratta di coniugare responsabilità con la capacità di scegliere, a sua volta condizionata dalle opportunità offerte dal “sapere”. Cominciamo riconoscendo all’uomo la possibilità di prendere in consegna la responsabilità delle proprie opzioni e, come dice Gehlen, la capacità di sperimentarsi come persona che agisce, facendo le cose che vuol fare: questa è la libertà! A Villa Labus Il progetto 2017 “ In-form-azione” cercherà di rafforzare quella necessità di conoscenza/informazione/formazione indispensabili affinché ognuno di noi possa scegliere come sentirsi più libero e consapevole. Continuerà, quindi, l’attività degli oltre 20 laboratori già frequentati, con l’aggiunta di alcuni punti di forza individuabili nel Laboratorio di Filosofia sociale ( “Pressione del tempo nell’era digitale”), Laboratorio di Storia dell’arte (“Frida Kahlo: una vita senza confini e senza barriere”), il percorso culturale “Resistenza&Resistenze”, il progetto “Arte e Natura”.

 

 

 

 

Categorie dell'articolo:
Vario

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.
Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Leggi